Homepage

IT  |  DE  |  FR  |  EN      CERCA

Mountain Bike

Il territorio offre numerose mete alpinistiche e vari percorsi per mountain bike e trekking immersi nella tranquillità di boschi secolari che assieme alle cime delle montagne e a numerosi laghi alpini offrono paesaggi unici.
Lungo la statale che collega i paesi rivieraschi si staccano delle strade che raggiungono i paesini in montagna, è qui che inizia l'avventura, decine di percorsi per tutte le possibilità.

Tra gli itinerari più suggestivi c'è quello del Triangolo Lariano. Il punto di partenza è Brunate, che si raggiunge in pochi minuti da Como con la funicolare. Il percorso, lungo circa 30 km, è a una quota media di 1.200 m ed è interamente segnalato. Il punto di arrivo è Guggiate, frazione di Bellagio. L'itinerario può essere fatto anche con guide, in una o due giornate, pernottando in una baita della zona di San Primo (info: APT del Comasco, tel. 031-269712)

TRE ANELLI DA GUELLO
Tre anelli con partenza da Guello, a 3 km da Bellagio, rispettivamente di 8, 12, 22 chilometri. Si percorrono sentieri e strade bianche, con pochi attraversamenti della strada asfaltata, con un dislivello massimo di 400 metri. Sono segnalati.

Per informazioni e prenotazioni:
Cavalcalario
Località Gallasco, 1
22021 Bellagio (CO)
Tel. 339.5308138 – 031.964814
cavalcalarioclu@tiscalinet.it
www.bellagio-mountains.it
MOUNTAIN-BIKE DOWNHILL Risalita con minibus
4 discese segnalate da San Primo a Bellagio percorrendo sentieri nel bosco e strade bianche di varia difficoltà. Panorami spettacolari sui tre rami del lago di Como. Dislivello di ogni discesa 750 metri. Servizio di risalita con minibus, bici al seguito da Bellagio a San Primo.

Per informazioni e prenotazioni:
Cavalcalario
Località Gallasco, 1
22021 Bellagio (CO)
Tel. 339.5308138 – 031.964814
cavalcalarioclu@tiscalinet.it
www.bellagio-mountains.it
Pedaleggiando Cicloturismo in Mountain Bike
Via Vittorio Emanuele II n° 41/A
22010 SORICO (Co)
Telefono: 339 8397389
e-mail: pedaleggiando@tiscali.it
www.pedaleggiando.it
Associazione Non Profit affiliata UISP ciclismo nazionale
Zona operativa: Alto Lario, bassa Valtellina, bassa Valchiavenna.
Presidente: Gianpaolo Paino
TABO SURF CENTER
Tabo Surf Center offre il noleggio mountainbike trekking e front suspended. Potete richiedere al Tabo Surf Center la mappa dei percorsi sulle montagne dell’alto Lago di Como. Tabo Surf Center è una moderna base nautica: un'autentica opera architettonica a forma di barca dotata di tutti i servizi, nell'area più ventosa del Lago di Como (per la Breva). Gli ampi spazi verdi, il fondale basso e sabbioso, il parco giochi per i bambini, i campi di beach volley, basket, calcio e tenni, l'ampio parcheggio fanno del Tabo e di Gera un posto unico sul Lago di Como a solo 1 ora da Milano.
WEEK-END IN MOUNTAIN BIKE COMO – BELLAGIO – MENAGGIO – VAL SENAGRA – VAL CAVARGNA – VAL REZZO – MENAGGIO – COMO

PERCORSO PANORAMICO E MOLTO VARIO CHE PERMETTE DI CONOSCERE UNA PARTE INTERESSANTE DEL TERRITORIO DEL COMASCO.

SABATO
L’itinerario parte dalla stazione ferroviaria di Como. Dalla stazione Como Lago si attraversa P.za Matteotti per imboccare Lungo Lario Trieste a destra. Arrivati in P.za De Gasperi si prende la funicolare per Brunate dove ha inizio il percorso che segue “La Dorsale del Triangolo Lariano”: Brunate – Colma del Piano – Bellagio. Si tratta di un bellissimo percorso che attraversa in verticale il cosiddetto “Triangolo Lariano”, cioè il territorio compreso tra i due rami del Lago di Como. Brunate è raggiungibile da Como in funicolare con la bici appresso. Il percorso, lungo 30 km, si snoda ad un’altezza media di 1.200 metri su carrarecce, strade agricole e forestali con alcuni passaggi difficoltosi su sentieri. L’interesse panoramico è eccezionale. Il tracciato è segnato con bandierine tricolori – rosse, bianche, rosse – che portano il numero 1 in campo bianco. Si può percorrere l’itinerario anche in parte.
- lunghezza: 30 km (fino a Bellagio)
- dislivello: 1.160 m
- quota massima: 1.436 m (Alpe di Terra Biotta)
- tempo: ore 6
- percorso: per 90% su sterrato
- difficoltà tecnica: percorso di medio impegno
- impegno fisico: percorso di medio impegno.
Percorso: dalla stazione della funicolare a BRUNATE (alt. 715 m), si segue la carrozzabile a sinistra per poi prendere subito a destra passando dalla chiesa. Si sale a S. MAURIZIO (alt. 906 m) dove raggiunta la piazza, si passa sulla sinistra della facciata della chiesa, e si imbocca la mulattiera che sbuca in piazzale C.A.O. Poi si passa dal rifugio C.A.O. (tel. 031-220221), BAITA CARLA, BAITA BONDELLA (tel. 031-220307) e il RISTORO DEL BOLETTO FABRIZIO (tel. 031-220235) – i punti di ristoro sono aperti tutto l’anno – per giungere alla CAPANNA S. PIETRO (alt. 1.116 m). Da qui si segue il “Senteé di Foo”, sentiero dei faggi, che passa sotto il versante nord del Monte Bolettone per arrivare alla BOCCHETTA DI LEMNA (alt. 1.167 m). Dal valico si continua in direzione nord per giunger al RIFUGIO RIELLA alt. 1.275 m (tel. 031-378600) – aperto dal 15/5 al 31/10 tutti i giorni, il resto dell’anno nei giorni festivi; poco oltre c’è una fontana. Arrivati al CIPPO MARELLI si passano gli estesi prati della Presola per giungere alla BOCCHETTA DI CAGLIO. Raggiunti un gruppo isolato di faggi all’inizio della Braga di Cavallo, comincia la difficoltosa discesa alla COLMA DI CAGLIO (alt. 1.124 m) anche chiamata Colma di Sormano (punto di ristoro). Da qui si può scendere su strada asfaltata ad Asso (capolinea della ferrovia Nord Milano).
La Dorsale del Triangolo Lariano prosegue sulla carrozzabile per il Pian del Tivano (alt. 975 m), dove si può scendere sulla carrozzabile a Nesso (fermata dei battelli). A chi prosegue si consiglia di lasciare per un breve tratto la Dorsale e invece di scendere al Pian del Tivano, proseguire sulla sterrata che sale dalla Colma del Piano all’ALPE SPESSOLA (alt. 1.237 m). Da qui in forte salita si giunge all’ALPE DI TERRA BIOTTA (lat. 1.436 m), punto più alto del percorso con vista eccezionale sul promontorio di Bellagio. Da qui si comincia la discesa abbastanza impegnativa fino all’ALPE DEL BORGO (alt. 1.180 m) e da lì si raggiunge su comoda strada agricola BORGO S. PRIMO. Dopo aver passato l’ex colonia Bonomelli, si prende, all’uscita della pineta, a destra uno stretto sentiero. Il passaggio può essere un poco difficoltoso. Arrivati all’alpeggio di PAUM (alt. 957 m) si percorre una comoda carrabile sempre in discesa fino a ROVENZA (alt. 724 m). Chi è stanco può lasciare qui la Dorsale e da CERNOBBIO seguire la strada asfaltata fino a Bellagio. Chi prosegue ha da percorrere ripide discese su acciottolato con tratti a scalinata nel bosco, passando da BROGNO, BEGOLA e PERLO per infine giungere a GUGGIATE (alt. 230 m), una frazione di Bellagio, dove finisce l’itinerario.
Pranzo presso un ristoro lungo il percorso.
A Bellagio si prende il traghetto per Menaggio.
Da Menaggio si raggiunge in bicicletta l’agriturismo “Cà del Lago” a Consiglio di Rumo (18 km in pianura). Qui si gusterà una magnifica cena scoprendo i sapori dei piatti tradizionali e le ricette più gustose con prodotti del lago e della terra. Pernottamento presso l’agriturismo in caratteristiche stanze dotate di tutti i comfort e di tutte le tecnologie moderne. Possibilità di rilassarsi nel centro benessere con sauna, bagno turco, idromassaggio, trattamenti e massaggi ayurvedici.

DOMENICA
Abbondante colazione ricca di ottimi prodotti genuini presso l’Agriturismo “Cà del Lago”.
L’itinerario di oggi percorre tre vallate diverse: la Val Menaggio, la Val Senagra e la Val Cavargna offrendo delle vedute stupende. L’Alpe Logore, attivo nella produzione di ottimo formaggio, è un bellissimo alpeggio che collega la Val Cavargna con la Val Senagra.
- lunghezza: 30 km (da Menaggio a Menaggio)
- dislivello: 944 m
- quota massima: 1.184 m (Alpe Logore)
- tempo: 5 ore
- percorso: per 80% su asfalto
- difficoltà tecnica: percorso di scarso impegno
- impegno fisico: percorso di medio impegno
Dall’agriturismo si raggiunge Menaggio lungo un percorso in pianura (18 km).
Percorso: da MENAGGIO (alt. 200 m) si segue la strada in direzione di Lugano; appena sopra il paese, si svolta a destra seguendo le indicazioni per Loveno. Dopo ca. 200 m si devia a sinistra seguendo le indicazioni per PIANURE. Dopo aver passato la “Villa Bel Faggio”, la chiesa di San Lorenzo ed il centro sportivo, si giunge al grande pascolo “Pianure” (alt. 350 m); qui si prosegue diritto sulla mulattiera fino ad arrivare al fiume Senagra in corrispondenza al ponte Bogara. Non si attraversa il ponte, ma si prende a destra costeggiando il fiume. Dopo circa 300 m si giunge alla “Vecchia Chioderia”, una trattoria tipica con annessa troticoltura. Qui si attraversa il ponte a sinistra e si risale la strada asfaltata che conduce al paese di CODOGNA (alt. 450 m). Arrivati sulla strada provinciale si prende a destra. La strada sale a tornanti per raggiungere VELZO. In località Olzerano, sopra l’abitato, si ha una splendida vista sui laghi Ceresio, Piano e Lario. Da quest’ultima località, superati due tornanti, ci si può immettere sulla vecchia mulattiera per Naggio che in forte salita porta all’abitato di NAGGIO (alt. 657 m), oppure si può proseguire sulla strada. Arrivati alla chiesa parrocchiale si prende a sinistra (si consiglia la visita del paese tipico prima di proseguire). Dopo circa 200 m al bivio si prosegue a destra per la VAL SENAGRA, MONTI DI GRANDOLA. Si superano dei tornanti su strada asfaltata in forte salita per giungere alla Chiesa di San Rocco (1855) in località “LA COMUNA” (alt. 761 m). Al bivio per i monti di Gotto dove ci sono diversi punti di ristoro, proseguire a destra e dopo circa 2 km si giunge alla località SPINO (alt. 1.040 m) dove finisce la strada asfaltata. Qui seguendo le indicazioni per il sentiero delle 4 Valli (rosso, bianco, rosso con tre barrato) si prende a sinistra una sterrata chiusa da una sbarra che in forte salita porta all’ALPE LOGONE (alt. 1.144 m). Si attraversa l’alpe in linea retta, avendo cura di richiudere i cancelli. Poi si prende in discesa la strada a sinistra (a destra si sale alla località Malè, dove in fondo all’abitato c’è un ristoro coperto dall’inizio di Maggio fino alla fine di Ottobre). Si scende in Val Cavargna fino a CUSINO (alt. 800 m). Qui si prende a sinistra seguendo la provinciale che sale, passando gli abitati di . BARTOLOMEO e S. NAZZARO, a CAVARGNA (1.071 m), dove si consiglia la visita al Museo Etnologico della Valle – aperto la domenica dalle ore 14.00 alle ore 17.00. All’inizio del paese si prende la deviazione a sinistra per BUGGIOLO – S. LUCIO. La strada sale attraverso il bosco per arrivare ai prati nei pressi del passo della Cava (punto di ristoro). Da qui comincia la discesa nella Val Rezzo passando l’abitato di BUGGIOLO per giungere a CORRIDO (490 m). Qui si prende a sinistra per CARLAZZO, si devia a sinistra per GOTTRO. Sempre su strada asfaltata molto panoramica si ritorna a NAGGIO (alt. 657 m) e da qui si percorre a ritroso il tragitto di andata. Da MENAGGIO (alt. 200 m) si consiglia di trasportare la bici in battello fino a COMO, dove si conclude il week-end in mountain bike.
Pranzo presso un ristoro lungo il percorso.